Archive for ottobre, 2014

cesanese

Esempio di strumento di sviluppo eno turistico integrato del territorio delle province di Roma e Frosinone, la Strada del vino Cesanese unisce in sé itinerari dedicati ai temi della vite e del vino racchiudendo le due aree di produzione dei vini, dalla tradizione secolare, il  Cesanese di Affile DOC e il Cesanese del Piglio DOCG, vino già apprezzato da Papi, imperatori e nobili romani. L’itinerario è dedicato ai piaceri del palato e all’enorme ricchezza di storia, cultura e tradizione del territorio. Il turista può, infatti, andare alla scoperta dei paesi  di Anagni, Acuto, Piglio, Serrone, Paliano, fino ad Affile nella provincia di Roma, che custodiscono ancora gelosamente le tracce della dominazione di popoli come Equi ed Ernici e la successiva influenza delle vicende papali, oltre alle opere lasciate da artisti del Settecento e l’Ottocento.La storia del territorio del Cesanese è antica e nobile e da sempre caratterizzata dalla presenza del vino.Il territorio di produzione del vino Cesanese riserva agli amanti della natura l’impressione di immergersi nel verde di vallate circondate da uno scenario di monti che, dall’alba fino al tramonto, si veste di incredibili colori. L’innegabile matrice contadina della zona dona ai piatti i sapori forti e genuini dei prodotti della terra, rendendo questo viaggio sorprendente oltre che per la vista, anche per il palato. Un punto di forza della gastronomia è rappresentato dalla varietà delle paste fresche, fettuccine con sugo di carne e lasagne dette localmente sagne. Nelle aree più montuose l’allevamento consente la produzione di salsicce e salumi ma anche formaggi freschi e stagionati di pecora. Anche i dolci tipici, come il panpepato, dall’origine molto antica e il fallone, protagonista in ottobre della sagra di Affile, rientrano nella cucina tradizionale del Cesanese, così come la ciambella serronese, un tempo “compagna” delle giornate di lavoro in vigna. Naturalmente i due vini rossi si sposano perfettamente con questi piatti della tradizione. Prodotti dal vitigno autoctono Cesanese di Affile, di antiche origini, i vini Cesanese del Piglio DOCG  e la DOC di Affile, di un bel colore rosso rubino tendente al granato con l’invecchiamento, sono vini caldi e coinvolgenti in grado di sopportare molto bene l’invecchiamento, risultano molto apprezzati nella tipologia secco, attualmente prodotti anche nella tipologia Passito, da Meditazione e come Grappa. Le aziende produttrici dei due areali sono attualmente una trentina tutte impegnata in un lavoro di qualità e promotrici di esperienze autentiche sulla Strada del Vino Cesanese.

LogoSVCSito-taglio

IMVLAZIO FRASCATI

Si rinnova per il secondo anno consecutivo la collaborazione tra Luca Maroni, Consorzio del Frascati Doc ed il Comune di Frascati.

 

Dal 14 al 16 Novembre 2014, la cittadina laziale ospiterà, presso le Scuderie Aldobrandini, la seconda edizione de “I Migliori Vini Italiani – Lazio”: un’occasione per pubblico ed operatori di conoscere un territorio ricco di tradizioni enogastronomiche da degustare.

 

La manifestazione si inserisce all’interno del più ampio progetto iniziato ormai da qualche anno, di promozione territoriale dell’area di Frascati e che prevede il rapporto sinergico tra le Istituzioni e le diverse realtà presenti.

 

Numerose le aziende vitivinicole laziali che hanno già confermato la loro adesione, a pochi giorni dall’inizio di una vendemmia che si preannuncia, come dichiarato dal Consorzio di tutela Denominazione Vini di Frascati,  “comunque di buona qualità nonostante le particolari condizioni climatiche di questo anno”.

Toni positivi sulla Denominazione Frascati, sono stati espressi anche dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha dichiarato: «In un contesto economico difficile come quello che stiamo attraversando, il vino di Frascati Doc per il terzo anno consecutivo registra un trend di crescita del suo valore. È un segnale forte dell’ottimo lavoro svolto in questi anni dai viticoltori del territorio che permette di avere un prodotto di qualità da poter presentare al mercato. Il vino Frascati doc ha una lunga tradizione e rappresenta una delle eccellenze del nostro territorio».

Il Presidente, che lo scorso anno ha partecipato alla serata di apertura de I Migliori Vini – Lazio, premiando alcune aziende che si sono distinte per l’eccellenza della loro produzione, ha espresso la sua volontà di sostenere la prossima edizione di Novembre.

 

Anche in questa edizione infatti, Luca Maroni selezionerà le realtà maggiormente rappresentative della produzione vitivinicola della Regione, che saranno premiate nella serata di Venerdì 14 Novembre 2014 ore 19.00 presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini.

 

L’apertura al pubblico sarà possibile nei tre giorni della manifestazione ed una parte del ricavato della biglietteria sarà destinato al Comune di Frascati per un intervento di conservazione di opere contenute nell’esposizione permanente delle Scuderie Aldobrandini.