All posts in LUCA MARONI

06

I musicisti del Quintessenza Brass sono tutti professori che hanno collaborato con le più importanti istituzioni musicali (tra cui l’accademia di Santa Cecilia di Roma e il Teatro alla Scala di Milano) esibendosi in tutto il mondo sotto la direzione di illustri direttori come Muti, Barenboim, Mehta, Maazel, Pappano, Morricone.
Il Quintetto si è esibito per importanti società di concerti in Italia e all’estero, e il vasto repertorio, spazia dal Barocco al Classico, fino ad arrivare agli autori Jazz, non tralasciando i compositori che hanno scritto musica originale per questa formazione.
Sono stati premiati, inoltre, con il “Forder preis” al XIII Concorso Internazionale per Ensemble di Ottoni tenutosi a Passau (Germania).
“Aria” è il lavoro discografico del Quintetto, recensito ultimamente da Radio Vaticana; il disco vede la partecipazione straordinaria,in qualità di ospite solista, del trombettista Fabrizio Bosso.
Ospiti musicali a “I Migliori Vini Italiani” di Luca Maroni, proporranno una serie di brani che andranno ad abbracciare il “senso” del grande evento: eseguiranno interventi musicali a tema:  Vini Bianchi il sapore indirizzerà al Jazz delle grandi Orchestre moderne, Vini Rossi daranno spazio alla musica classica Barocco-Rinascimentale (elemento di cultura e diletto delle classi alte e medie del Rinascimento) e per Bollicine/Dolci/Rosè, si gusterà la musica dei brindisi, da Verdi a Strauss.

05

invito-showcooking-luca-maroni_1

Banner-radio-libriLuca Maroni al Salone Internazionale del libro di Torino presenta la Malvasia di Leonardo

In occasione del prossimo Salone Internazionale del libro che si terrà a Torino dal 12 al 16 Maggio al Lingotto Fiere, la Sens – Luca Maroni, società di editoria enoica, parteciperà con un proprio stand nella sezione Casa CookBook, in cui presenterà novità editoriali ed in particolare il progetto legato al ritrovamento e reimpianto della vigna di Leonardo da Vinci, protagonista dei volumi “Milano è la vigna di Leonardo” e “Leonardo da Vinci – La vigna Ritrovata“, a cura di Luca Maroni ed editi da Sens. All’interno dello spazio Casa CookBook, Venerdì 13 Maggio ore 19.00 Luca Maroni curerà una degustazione di Malvasia, vitigno cui appartiene il ritrovato originale leonardiano. “VINI, Vidi, Vinci: Aperitivo con Leonardo.” sarà un incontro – dibattito con show cooking a cura di Alessandro Mecca, Chef di Spazio7, Ristorante all’interno della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, uno dei luoghi dell’eccasa-cook-box-vox_2cellenza dell’arte contemporanea che da oltre 20 anni sostiene le nuove generazioni di artisti. Lo Chef Mecca, con alle spalle un curriculum nutrito di esperienze professionali di alto livello, proporrà delicati finger food (Tokino e panzanella, Pomodoro ricostruito, Acquerello con fiori di zucca, asparagi e mela e Mandorla, limone e caffè) in abbinamento con la Malvasia di Castello di Luzzano, Tenuta Il Bosco, Perini & Perini.

Luca Maroni, analista sensoriale ed autore, tra le altre, della pubblicazione ANNUARIO DEI MIGLIORI VINI ITALIANI, alla sua 24 esima edizione, guiderà la degustazione, descrivendo in dettaglio il progetto che ha dato vita al ritrovamento della vigna di Leonardo da Vinci. L’incontro si concluderà con un omaggio al territorio piemontese, sede di Montalbera che proporrà l’ultima annata del prezioso Ruché, vitigno del cui sviluppo l’Azienda, come Leonardo con la scienza, è da anni promotrice.

 

 

“VINI, Vidi, Vinci: Aperitivo con Leonardo” Sens – Luca Maroni
Casa CookBook Pad. 2
Salone Internazionale del Libro di Torino, Lingotto Fiere , Torino
Dal 12 al 16 Maggio
Info: Giulia Delle Cave –  0690405335 int. 43 info@lucamaroni.com

Torna a Roma I Migliori Vini Italiani

Luca Maroni premia le eccellenze vitivinicole nazionali

 

 

I Migliori Vini Italiani

I Migliori Vini Italiani

Torna nella capitale con l’edizione nazionale de I Migliori Vini Italiani, dopo il successo di Milano lo scorso novembre, Luca Maroni, analista sensoriale e nota firma enologica italiana.

 

In programma presso il Salone delle Fontane dell’Eur, da giovedì 11 a domenica 14 febbraio, l’edizione 2016 de I Migliori Vini Italiani si inaugura anche quest’anno con la consueta consegna dei riconoscimenti da parte di Luca Maroni alle più importanti aziende vitivinicole italiane, nella serata di giovedì 11 febbraio ore 20.00. Alla premiazioni si alterneranno momenti musicali e rappresentazioni artistiche, alla presenza esclusiva della stampa specializzata, di opinion leaders e importanti personalità del mondo delle istituzioni e dello spettacolo.

 

I vini saranno premiati secondo il metodo di degustazione scientifico creato dallo stesso Luca Maroni, basato sul principio che la qualità del vino è la piacevolezza del suo sapore e sui tre parametri di Consistenza, Equilibrio e Integrità.

 

Durante le quattro giornate, i visitatori potranno scoprire il suggestivo percorso degustativo allestito, tra le migliori etichette della produzione italiana proposte in libera degustazione. Deliziosi assaggi di specialità gastronomiche di accreditate aziende food Made in Italy arricchiranno le degustazioni, assieme uno spazio riservato alle grappe e ai distillati

 

In programma diversi altri eventi collaterali, tra cui i Wine Tasting di Luca Maroni, degustazioni guidate su prenotazione, incentrate sulla sua metodologia di analisi sensoriale, durante le quali il pubblico di appassionati potrà scoprire le caratteristiche organolettiche di circa 10 vini di aziende presenti alla manifestazione.

 

Novità di quest’anno, gli esclusivi tre salotti dedicati rispettivamente al vino rosso, al vino bianco e ai vini dolce/rosé/bollicine, dove degustare ottime etichette in spazi dedicati in compagnia di sottofondi musicali e performances d’arte.

 

La manifestazione I Migliori Vini Italiani, aprirà al pubblico giovedì 11 febbraio dalle ore 22.00

 

 

Roma 11 – 14 febbraio 2015

Salone delle Fontane – Eur

Prezzo: 20 euro (include bicchiere e tasca porta bicchiere).

Ingresso gratuito per gli operatori del settore, previo accredito sul sito www.imigliorivinitaliani.it o al desk nei giorni di manifestazione.

 

Orari al pubblico

Giovedì 11 febbraio dalle ore 22.00 alle ore 24.00

Venerdì 12 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 24.00 (ultimo ingresso ore 23.00)

Sabato 13 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 24.00 (ultimo ingresso ore 23.00)

Domenica 14 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso ore 23.00)

 

 

 

 

 

 

Luca Maroni on stage orizzontale

Un testimonial d’eccezione per raccontare il vino Primitivo di Manduria: venerdì prossimo, 18 dicembre, Luca Maroni sarà in Puglia per il grande evento “Primitivo di Manduria, molto più che un vino”, organizzato dal GAL Terre del Primitivo.

Luca Maroni, analista sensoriale, in oltre ventisei anni di carriera ha degustato oltre 260.000 vini. È autore dell’ Annuario dei Migliori Vini Italiani oggi alla XXIII edizione e delle voci Degustazione del vino e Olivicoltura, per l’Enciclopedia Italiana Treccani. Il suo portale internet www.lucamaroni.com  è il più ricco del mondo con 320.000 pagine web consultabili dedicate al mondo dell’enologia.

Ha realizzato per il Corriere della Sera i cinque volumi dedicati al vino che, con la tiratura complessiva di circa 1.000.000 di copie, sono l’opera di divulgazione sul vino con la più alta diffusione di sempre.

Sono solo alcune delle voci del lunghissimo e prestigioso curriculum che fanno di Luca Maroni l’enologo ed esperto di vini più importante di Italia.

“Il Primitivo di Manduria ha ormai pochi eguali, non solo in Italia ma nel mondo e Manduria è la sua capitale naturale” con queste parole Luca Maroni ha accolto con entusiasmo l’invito del GAL Terre del Primitivo a celebrare le qualità di questo nobile vitigno autoctono.

Sarà infatti Luca Maroni a raccontare la Puglia attraverso uno dei suoi prodotti maggiormente apprezzati, il Primitivo di Manduria DOCG, in un evento che, con ingresso libero e gratuito, si terrà nel pomeriggio di venerdì prossimo, 18 dicembre, nella suggestiva cornice del Relais “Reggia Domizia”, in Contrada “Pozzocupo” sulla SS 7 Ter tra Manduria e Sava.

Alle ore 16.00 Luca Maroni modererà i lavori del convegno “Primitivo di Manduria, molto più che un vino” al quale, tra gli altri, parteciperanno Serenella Moroder del Movimento Turismo del Vino, la giornalista Maria Giovanna Maglie, già inviata RAI, e e molti altri ospiti.  Farà gli onori di casa il presidente del GAL Terre del Primitivo Ernesto Soloperto.

A seguire (ore 18.30) Luca Maroni sarà protagonista delle degustazioni, in collaborazione con AIS, “Conoscere e degustare”: racconterà la storia e le caratteristiche dei vini, svelandone altresì alcuni “segreti” ai colleghi enologi e agli appassionati. In contemporanea si terrà, in collaborazione con AIS, anche “Sorsi e scoperte”, una serie di assaggi e verticali di Primitivo di Manduria nelle sue diverse espressioni territoriali.

“Gran finale” alle ore 19.15 con “Laboratori e assaggi”, in collaborazione con le aziende agroalimentari del Gal Terre del Primitivo, una serie di laboratori gastronomici con la degustazione di vini in abbinamento selezionati da Luca Maroni.

L’evento, inoltre, avrà un’anteprima in mattinata, con il press tour organizzato tra alcune delle cantine della zona. Giornalisti qualificati arriveranno da tutta Italia per toccare con mano le varie fasi della produzione e scoprire la bellezza dei luoghi. Nell’itinerario guidato: Cantine San Marzano, Consorzio Produttori Vini e Museo della Civiltà del Vino Primitivo, vigneti vecchi di Primitivo.  Attraverso la visita guidata, gli esperti del settore potranno così apprezzare quello che è ritenuto, a tutti gli effetti, un simbolo della Puglia vitivinicola, eccellenza conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

“L’intero evento – anticipa il presidente del GAL Terre del Primitivo Ernesto Soloperto – rappresenta per noi un’occasione preziosa di promozione del nostro prodotto più conosciuto. Il Primitivo di Manduria è ormai un brand, che rappresenta un intero territorio sui mercati nazionali e internazionali. Grazie a protocolli che fanno riferimento ad aspetti specifici (dalla coltivazione al consumo) e all’instancabile lavoro degli operatori del settore, è diventato da tempo un’eccellenza. Riteniamo che questo appuntamento possa anche diventare annuale: l’idea di fondo è quella di continuare a lavorare in questa direzione, affinché il Primitivo possa essere da traino per il settore agricolo così come quello turistico”.

INFO

www.imiglioriviniitaliani.com/primitivo-di-manduria-molto-piu-che-un-vino/

pressgalterredelprimitivo@gmail.com