All posts tagged vino

I Migliori Vini Italiani 1231

porta vigneto

C’è un grande vigneto “fuori le mura” : Frascati. Questo è il claim che accompagna        l’immagine del Consorzio di Tutela della Denominazione Frascati, nato nel 1949 su iniziativa di 18 Produttori e che oggi ne conta 650.

Il Consorzio svolge funzioni di valorizzazione e tutela della Denominazione  e primo in Italia, ha realizzato un sistema in grado di controllare, tramite via sms inviato al 340 767.50.82 , la genesi e la storia di una bottiglia di Frascati  e le caratteristiche organolettiche del vino ivi contenuto, utilizzando come riferimento la fascetta di garanzia presente sulle bottiglie.

 Il territorio della Doc Frascati comprende, oltre il Comune di Frascati, i Comuni di Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Montecompatri ed in piccola parte il X° Municipio di Roma.

I terreni del comprensorio del Frascati sono di origine vulcanica, di tipo basaltico e tufaceo e da approfonditi studi, è emersa una composizione di medio impasto. I terreni godono di un clima di tipo mediterraneo caratterizzato da temperature moderate, da piovosità concentrata nel periodo autunno-inverno con lunghe siccità nel periodo primaverile-estivo. L’esposizione del territorio verso il mare Tirreno permette inoltre di godere di una piacevole brezza marina che mitiga il calore delle ore più calde ed evita il ristagno dell’umidità. Per la stessa ragione l’inverno non è mai molto rigido.

La vite trova dunque nel territorio del “Frascati”, condizioni ambientali molto  favorevoli e gran parte del particolare bouquet del vino “Frascati” è dovuto al clima temperato e ad una maturazione prolungata sulla pianta.

 

www.consorziofrascati.it

 

I Migliori Vini Italiani 54622

Eletto da qualche giorno Cittadino onorario della città di Marino, il tre volte premio Oscar Vittorio Storaro, non è nuovo al mondo del vino. Con la sua supervisione infatti, e con la direzione scientifica di Luca Maroni, è nato da qualche anno “Vinalia”, il corto che rappresenta la prima parte di un progetto più ampio: “Vini d’Italia”, che prevede la realizzazione di 15 DVD (Mithril Production S.R.L.) della durata di 40’ sulle zone vinicole italiane divise per regioni.

Prodotto da Giovanni Storaro, figlio del grande Vittorio, con la regia e il montaggio di Lorenzo Peluso e la recitazione di Vittoria Belvedere e Massimo Foschi, i corti mettono il vino per la prima volta al centro di un grande progetto culturale che esalta il nostro territorio e la sua produzione, con l’obiettivo di realizzare un grande atlante visivo, non solo dei terroir vinicoli italiani, ma del nostro “bel Paese”, attraverso le suggestioni per immagini di un grande maestro dell’arte cinematografica come Vittorio Storaro.

Venerdì 15 Novembre, durante la serata di apertura e premiazione de I Migliori vini – Lazio verrà proiettato il corto “Vini d’Italia – Lazio” che vede  protagonista la Regione, apripista di un viaggio attraverso l’Italia enologica.

 La Vista d’un bianco è fluido, aureo splendore di sole, nei passiti, di tramontante bagliore, d’un rosato, glicerinoso turgore d’incarnato tenue in rossore, d’un rosso il profondersi viola del suo bluaceo notturno stellato…
L’Olfatto del vino è l’intensità, l’aereo ed energico fulgore delle più floreali e fonde fruttosità in profumo donate dalla natura…
Il Gusto del vino è la potenza glicerinosa del suo omoroso sapore, il persistente effondersi del suo aroma sontuoso, balsamico, dall’or focosa or suadente eco…
L’Udito del vino è il frizzante gorgogliare del suo spumoso, brioso, perlante, ascendere e pulsare…
Il Tatto del vino è densa, morbida polposità: alchemica essenza, linfaceamente corposa…
Così il vino la sua uva costitutiva, per i sensi, alla mente, in essenza rirende, e il calore e l’energia della luminosa stella che sì dolce la matura…
Il vino, della terra e dell’omo, più alto, più vero spirto e respiro.
Luca Maroni

Oltre settantacinque milioni di dischi venduti, un timbro poderoso ma allo stesso tempo struggente, hanno reso Andrea Bocelliuno dei più grandi protagonisti della lirica internazionale.Sarà proprio al grande tenore che Luca Maroni conferirà il “Premio Merito” durante la serata di inaugurazione del prossimo Sensofwine, l’evento romano che da giovedì 17 a domenica 20 gennaio 2013 avrà come protagonisti i Migliori Vini Italiani in degustazione.Presso la Sala Grande dell’Auditorium Conciliazione di Roma, giovedì 17 Gennaio alle ore 19.00, il Maestro ritirerà il premio ed eseguirà due arie, deliziando gli ospiti e le autorità presenti alla serata. “Se Dio avesse una voce, sarebbe molto simile a quella di Bocelli”: così Celine Dion descrive le capacità musicali dell’artista, appassionato di un lavoro che lo conduce sempre più spesso lontano dalle sue origini, senza però fargliele dimenticare.

E proprio dal ricordo del papà, piccolo produttore di vino, nasce la volontà di Andrea Bocelli e di suo fratello Alberto di creare vini legati ad un’infanzia trascorsa tra i filari. L’amore per l’arte e la musica é il medesimo con cui vengono prodotte le 30.000 bottiglie della Bocelli Wines, piccola azienda pisana di Lajatico: sarà possibile degustare i vini del Tenore nei successivi tre giorni del Sensofwine.

Sensofwine 2013 – giunto all’ottava edizione – torna nel cuore di Roma: annuale kermesse enogastronomica ideata da Luca Maroni, dal 2005 ad oggi ha registrato oltre 80.000 presenze.

E’ l’evento più grande incentrato sul vino, concepito ed organizzato da privati, che si celebra in Italia. Alla scoperta delle ricchezze del patrimonio enogastronomico italiano, sarà proposta una selezione di prodotti d’eccellenza, in libera degustazione per il pubblico presente.

La prossima edizione si terrà dal 17 al 20 gennaio presso il prestigioso Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia, ubicato a pochi metri da San Pietro e da Castel Sant’Angelo e patrimonio culturale ed artistico straordinario risalente al 1470. Il Complesso accoglierà il pubblico romano in un’atmosfera suggestiva, testimone della ricchezza artistica del nostro Paese gemellata a giusta ragione al vino.


PREMIO “MERITO” 2013 di Luca Maroni a Andrea Bocelli

Riconoscimento riservato ad una personalità che per la qualità della propria umanità e/o della propria opera ha acquisito il giusto diritto all’onore, alla stima, alla lode, contribuendo ad innalzare il livello qualitativo essenziale del settore in cui agisce, generando nei fruitori un arricchimento intellettivo non disgiunto da una rilevante piacevolezza sensoriale.